Limoncello

01_limoncello_fatto_in_casa
Esistono moltissime varianti di ricette del limoncello. Probabilmente se avete già fatto una ricerca approfondita, vi sarete accorti che ogni sito di cucina presenta una propria ricetta. Il più delle volte queste differiscono solo per piccoli particolari nella composizione degli ingredienti e nelle procedure di preparazione.

In questa pagina vi presentiamo la ricetta di Luigi (specialista in liquori di RicetteDi.it), ma abbiamo raccolto in giro per il web altre 9 ricette diverse. Il nostro consiglio è, come sempre, di prendere spunto da tutte le fonti per creare la propria ricetta unica ed inimitabile! Tenete ben presente quali sono le 3 regole fondamentali da seguire:

1) i limoni da utilizzare sono la varietà “limone di Sorrento”, oppure il “limone costa d’Amalfi” detto anche “sfusato amalfitano”. Questi limoni sono medio/grandi e dalla buccia spessa e molto profumata, in quanto particolarmente ricca di quegli oli essenziali che in fase di macerazione vengono trasferiti nell’alcol

02_limoncello_fatto_in_casa

2) per la macerazione e l’imbottigliamento utilizzate esclusivamente recipienti in vetro
3) il grado alcolico dipenderà in misura principale dal rapporto alcol/acqua/zucchero. Non c’è quindi una ricetta buona in assoluto, ma dipende dal gusto personale di chi lo produce. La formula di partenza valida per gran parte dei liquori è questa: 1 lt. di alcol a 95° + 1lt. di acqua + 1kg. di zucchero

Questa è la ricetta consigliata dalla redazione:
La foto ricetta è di Luigi, lo specialista in liquori di RicetteDi.it

Per confezionare 3 litri circa di Limoncello, procuratevi questi ingredienti:
– 10-12 limoni non trattati (10 o 12, in base alla dimensione dei limoni),
– 1 litro di alcol a 95°,
– 900 gr. di zucchero
– 1,5 lt. di acqua

Procedete in questo modo:
per prima cosa lavate accuratamente i limoni e tagliatene la scorza sottilissima, stando attenti a non tagliare la parte bianca.

03_limoncello_fatto_in_casa

Raccogliete le scorze di limone in un barattolo di vetro a chiusura ermetica e versateci sopra tutto il litro di alcol. Chiudete e lasciate in infusione per 8-9 giorni.

04_limoncello_fatto_in_casa
05_limoncello_fatto_in_casa
Durante questi giorni, di tanto in tanto prendete il contenitore e scuotetelo

06_limoncello_fatto_in_casa
Trascorsi i 9 giorni, filtrate l’alcol ed eliminate le scorze di limone. Per filtrare utilizzate un imbuto ed un semplice colino a maglie strette.

07_limoncello_fatto_in_casa
Notate come hanno perso la loro colorazione e l’hanno trasferita al liquore.

08_limoncello_fatto_in_casa
A questo punto preparate lo sciroppo di acqua e zucchero: in un pentolino versate zucchero e acqua contemporaneamente. Scaldate a fuoco dolce fino a che lo zucchero non si sarà tutto disciolto. Fate bollire a fiamma bassa per una decina di minuti, poi spegnete e fate raffreddare a temperatura ambiente.

09_limoncello_fatto_in_casa
quando lo sciroppo si è raffreddato, unitelo all’infuso di alcol.

10_limoncello_fatto_in_casa
Infine, sempre servendovi di imbuto e colino, riempite le bottiglie, chiudetele e riponetele a riposare in una dispensa asciutta.

11_limoncello_fatto_in_casa
Il vostro limoncello fatto in casa è pronto!

12_limoncello_fatto_in_casa
Nota: se avete deciso di cimentarvi nella produzione artigianale di liquori, leggete prima il nostro approfondimento alla pagina liquori fatti in casa. Contiene utili consigli e vi sarà di grande aiuto anche nella preparazione del limoncello.

Il consiglio di Chef Antony: i limoni sbucciati ti sono avanzati e non sai come utilizzarli? Un suggerimento: con la polpa di 10 limoni potete fare 5 vasetti di marmellata di limoni (foto-ricetta di Elisa). Una marmellata fresca e profumata, 100% naturale, fatta con un ingrediente di qualità: i limoni di Sorrento

marmellata_di_limoni
*******************************

Di seguito vi proponiamo altre 9 versioni dalle quali potete prendere spunto per personalizzare la vostra ricetta.

__________________
2
1 litro di alcool puro;
1 litro di acqua;
500 gr. di zucchero;
10 limoni verdi (di misura media);

Preparazione: Lavare bene i limoni e asciugarli; affettare sottilmente le bucce (senza il bianco) e metterle a macerare nell’alcool per circa 10 giorni in una bottiglia con apertura larga e chiusa ermeticamente.
Mettere la bottiglia in un luogo fresco e al riparo dal sole; ogni giorno agitare la bottiglia. Passati i 10 giorni, preparare uno sciroppo con 1 litro di acqua tiepida e lo zucchero (come da dosi), farlo raffreddare completamente. Togliere le bucce di limone dall’alcool, filtrare sia lo sciroppo che l’alcool; in seguito mescolare insieme i due liquidi, versarli nelle bottiglie e tapparle bene. Aspettare almeno 1 mese prima di consumarlo.

__________________
3
Ingredienti:
– 350 g zucchero semolato
– il succo di 1 limone
– la scorza di 2 limoni non trattati a buccia soda
– 1 litro di alcol a 45°
Se non trovate l’alcol a 45°, usate pure quello a 90°. Per ottenere 1 litro di alcol a 45° basta diluire 500 ml di quello da 90° con altrettanta quantità di acqua.

Fate sciogliere lo zucchero diluito con il succo di limone a fuoco dolcissimo, facendo attenzione a che non prenda assolutamente colore. E’ importante che lo sciroppo sia raffreddato a temperatura ambiente prima di unirlo all’alcol se si vuole ottenere un liquore ben limpido. Se invece è ancora tiepido il liquore s’intorbida. Aggiungetelo all’alcol, quindi filtrate il tutto ad un colino e versate in un grosso vaso di vetro a chiusura ermetica. Unite le scorze dei limoni, ben lavate, facendo attenzione di non prendere anche la parte bianca. Chiudete il vaso e lasciate macerare per almeno 10 giorni al buio scuotendo di tanto in tanto il vaso.
Trascorso questo tempo, filtrate il liquore ottenuto in una bottiglia passandolo al colino foderato con un panno ben pulito.
Fate riposare per circa due mesi prima di berlo.

__________________
4
Ingredienti:
-5-6 limoni grossi
-1 litro alcol 95°
-500 g zucchero
-1 litro di acqua

Prendi 5-6 limoni grossi (possibilmente di Sorrento altrimenti usane anche 10 più piccoli),
ASSOLUTAMENTE NON TRATTATI con pesticidi
e possibilmente un po’ verdognoli.

Togli la buccia, ma solo la parte gialla perchè la parte bianca conferisce al limoncello un sapore amaro.

Metti in infusione a freddo in un litro di alcool a 95° per 8-10 giorni in un recipiente chiuso.

Prepara uno sciroppo con 500 grammi di zucchero e 1 litro di acqua bollente. Lascia raffreddare completamente, altrimenti il liquore tende a diventare torbido.

Filtra accuratamente l’alcool e unisci lo sciroppo dopodiché lascia riposare per qualche giorno, quindi filtra nuovamente e imbottiglia.

__________________
5
Ingredienti:
– 400 g zucchero
– mezzo litro di alcol a 95°
– 3 limoni
– 1/2 litro d’acqua

Far bollire, per mezzo minuto esatto, mezzo litro d’acqua insieme allo zucchero e la scorza di 3 limoni (solo la parte gialla, ben lavata).
Lasciar raffreddare lo sciroppo così ottenuto, poi unirvi l’alcol e mettere in infusione per una settimana.

Filtrate il liquore attraverso una pezzuola bianca, imbottigliarlo e conservarlo per almeno un mese.

__________________
6
Ingredienti:
3 limoni non trattati
1 lt di alcol a 90°
2 baccelli di vaniglia
900 ml di acqua distillata
900 g di zucchero
Lavate i limoni e ricavatene la parte gialla della scorza. Trasferitela in un vaso della capacità di circa 2 lt, versatevi un litro di alcol,aggiungete i baccelli di vaniglia incisi e coprite con un coperchio.

Lasciate in infusione per 20 giorni, agitando ogni giorno il recipiente.

Scaldate l’acqua distillata, scioglietevi lo zucchero, lasciate raffreddare lo sciroppo ottenuto e versatelo nel vaso con l’alcol.

Fate riposare il liquore per 5-6 giorni e imbottigliatelo.

__________________
7
Ingredienti:
– Buccia di sei limoni (sfusato amalfitano). Altrimenti, aumentare i limoni a dodici.
– zucchero (ottanta per cento del peso dei limoni)
– 1,2 litri di acqua
– 1 litro di alcool
– 400 o 500 grammi di zucchero (dipende dai gusti)

Procedimento:
Sbucciare i limoni facendo attenzione a non usare la parte bianca e mettere le bucce a macerare nell’alcool per 15 giorni. Passato questo tempo, sciogliere lo zucchero nell’acqua a freddo (cioè senza far bollire insieme i due ingredienti ma sempllicemente mescolando con cura fino a completo scioglimento). Unire l’alcool filtrato dalle bucce, imbottigliare e lasciare riposare per un paio di mesi. Prima di consumarlo, o – comunque – di travasarlo nelle bottiglie in cui verrà servito, filtrare il liquore in modo da ottenere un liquido ben trasparente.

__________________
8
Per ogni mezzo litro di alcol puro 95 gradi:
6 limoni NON TRATTATI
800 cc di acqua
3 etti di zucchero.
Sbucciare i limoni (solo la buccia gialla senza il limone) e mettere in infusione con l’alcol in un vaso ermetico per 36 ore.

Trascorse 36 ore fare bollire l’acqua per qualche minuto in un tegame capiente. Quando bolle aggiungere lo zucchero e mescolare per un po’, quindi lasciare raffreddare.

Quando l’acqua zuccherata sara’ raffreddata aggiungere (filtrando con un colino) il liquido del vaso ermetico senza le bucce. Mescolare per amalgamare, filtrare il liquido ottenuto
con una garza e mettere in bottigliette con tappo a vite o chiusura ermetica.

__________________
9
Sbucciare 6 limoni (attenzione a non grattare il bianco) e mettere le bucce in 1 litro di alcol a macerare per 24 ore.

Preparare lo sciroppo: far bollire un litro d’acqua, aggiungervi 600 grammi di zucchero e far raffreddare.

Unire allo sciroppo l’alcol filtrato dalle bucce, imbottigliarlo e lasciarlo riposare per almeno 1 mese.

Una variante: procedete allo stesso modo, sostituendo, nella preparazione dello sciroppo, l’acqua con un’uguale quantità di latte fresco intero (aromatizzato, mentre bolle, con una stecca di vaniglia).
Otterete la CREMA DI LIMONCELLO

__________________
10
Ingredienti
– 1 litro di alcol puro
– 8 limoni maturi o semimaturi
– una-due foglie di limone
– 600 g. di zucchero
– 1 e 1/2 di acqua

Preparazione
Scegliere limoni più o meno maturi in funzione dell’aroma che si preferisce. Sbucciare i limoni molto delicatamente, badando bene a togliere solo la scorza superficiale, senza arrivare alla polpa bianca sottostante, che darebbe al liquore un retrogusto più amaro. Le bucce vanno quindi messe a macerare, insieme alla foglia, in alcol puro (in un recipiente di vetro di almeno 3-4 litri a chiusura ermetica) per una decina di giorni, badando, almeno un paio di volte al giorno, a rimescolare il tutto per evitare fondi.

Al termine si aggiungeranno un litro e mezzo d’acqua tiepida, in cui saranno stati sciolti 600 g. di zucchero. Volendo si potrà aumentare o diminuire la dose d’acqua per ottenere un liquore più o meno alcolico.

Ancora una decina di giorni di macerazione (sempre mescolando ogni mattina e sera) e poi si potrà filtrare il tutto, fino a ottenere un liquore gustosissimo, che andrà bevuto molto freddo.