Uova in camicia

Per prima cosa preparate un tegame largo con abbondante acqua leggermente salata. Portate ad ebollizione, abbassate la fiamma in modo che l’acqua mantenga la temperatura ma non “sobbolla” troppo, e aggiungete un cucchiaio di aceto di vino preferibilmente bianco.

A cosa serve l’aceto? Quanto più in fretta rapprende l’albume intorno al tuorlo, migliore sarà il risultato finale. L’aceto è fondamentale perchè accelera la cottura dell’albume. Le proteine dell’uovo coagulano infatti, oltre che per il calore dell’acqua, anche per la sua acidità.

Ora sgusciate l’uovo, che ovviamente deve essere freschissimo, in un piatto e fatelo scivolare nell’acqua bollente. Questa operazione è fondamentale per la buona riuscita delle uova in camicia, quindi vi suggeriamo questo semplice trucchetto per ottenere un risultato perfetto: mentre lo fate scivolare con l’altra mano create un vortice nell’acqua bollente girando con un cucchiaio di legno. Fate in modo che l’uovo scivoli proprio all’interno del vortice così che la cottura dell’albume diventerà compatta intorno al tuorlo come una vera e propria camicia.

Continuate a girare l’acqua intorno all’uovo per qualche secondo e poi proseguite la cottura per 3 minuti circa.

Per togliere l’uovo dall’acqua utilizzate un mestolo traforato. Sgocciolatelo, adagiatelo delicatamente su un piatto e con un coltello eliminate le sbavature dell’albume.

Riassumendo, per preparare uova in camicia a regola d’arte:
– utilizzate solo uova freschissime
– l’acqua deve essere bollente ma non deve bollire
– aggiungete un cucchiaio di aceto nell’acqua per favorire il coagulo
– non sgusciate l’uovo direttamente nel tegame, ma fatelo scivolare da un piatto
– create un vortice nell’acqua per mantenere l’albume compatto intorno al tuorlo

… e il risultato è assicurato!

Un pensiero su “Uova in camicia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.