Risotto con seppie e calamari


 
Un risotto saporito ed abbondante. Seppie e calamari freschi, qualche pomodorino, 2 spicchi di aglio ed olio extra vergine di oliva rigorosamente a crudo
Il segreto di questo piatto è abbondare con le seppie e i calamari. Se cucinate pesce per i vostri ospiti non dovete fargli sentire “solo l’odore”
.
Per quattro persone vi consiglia quindi di acquistare almeno 1 kg tra seppie pulite e calamari freschi.

Ingredienti per 4 persone

riso parboiled: 24 cucchiai
seppie: 400 gr.
calamari: 600 gr.
pomodorini: 10
aglio: 2 spicchi
brodo vegetale: 2 litri

Preparazione

Per questa ricetta abbiamo utilizzato un dado per brodo vegetale biologico, ma se avete tempo e volete fare le cose per bene, preparate un vero brodo vegetale
In una pentola con acqua fredda leggermente salata, aggiungete una zucchina tagliata a fette, una patata tagliata a pezzettini, una costa di sedano, una foglia di bietola, un porro e qualche fogliolina di spinaci.
Portate ad ebollizione e fate cuocere a coperchio chiuso per almeno 30 minuti. Poi filtrate il brodo e con le verdure fate un bel passato (potrete mangiarlo la sera o il giorno successivo condito con un filo di olio accompagnato con crostini di pane abbrustoliti)

Ora preparate le seppie e i calamari.
Per i calamari staccate la testa con i tentacoli dalla sacca, asportate le interiora dalla sacca, togliete la barretta rigida trasparente cartilaginea (detta gladio o penna), togliete la pelle e le pinne laterali della sacca
tagliate la testa appena sotto gli occhi e tenete solo la parte dei tentacoli. Infine facendo pressione al centro dei tentacoli, eliminate quella pallina dura di cartilagine
A questo punto passate il tutto sotto acqua corrente, tagliate le sacche dei calamari per formare tanti anellini, tagliate le teste se troppo grosse e infine riponete il tutto in un piatto pronti per versarlo in padella
La seppia invece fatevela pulire in pescheria. Voi passatela sotto acqua corrente, togliete i residui di pelle e tagliatela a pezzetti.
 

 
In un tegame largo a fondo antiaderente, mettete due spicchi di aglio schiacciato con un filo di olio extra vergine di oliva. Mentre l’olio si scalda, tagliate i pomodorini in tre parti direttamente nel tegame.
Fate andare a fuoco vivo i pomodorini con aglio e olio per soli 2 minuti, poi aggiungete le seppie, i calamari e qualche fogliolina di prezzemolo. Mettete il coperchio e abbassate un po’ la fiamma.

Fate cuocere per 15/20 minuti circa (regolatevi in base al tempo di cottura del riso, la seppia infatti deve cuocere almeno mezz’ora).
Nel frattempo preparate il riso da cuocere e portate il brodo vegetale ad ebollizione.

Trascorsi i primi 15/20 minuti di cottura di seppie e calamari, alzate la fiamma ed aggiungete il riso crudo e dopo 30 secondi versate 4 o 5 mestoli di brodo bollente.

Mescolate di frequente ed aggiungete il brodo mano a mano che si asciuga.

A cottura ultimata e a fornelli spenti aggiungete qualche fogliolina di prezzemolo tritato fresco ed un generoso filo di olio extravergine di oliva.
Non può mancare infine, come tocco finale, un peperoncino rosso fresco piccante (vi chederete come fa chef Antony ad avere peperoncini freschi 12 mesi all’anno. Semplice! fate la scorta ad agosto e settembre e poi li mettete in un sacchetto nel congelatore. Ogni giorno avrete il vostro peperoncino fresco come appena raccolto)
 

condividi