Marmellata di Melograno


Succo di melograno, zucchero, 5 mele fuji e 2 limoni di sorrento. Questi sono gli ingredienti per questa fantastica marmellata.

 
marmellata_di_melograno_01
 
In realtà “melograno” è il nome della pianta. Sarebbe quindi più corretto chiamarla marmellata di “melagrane” o di “granate”. Questi infatti sono i nomi con i quali si indicano i frutti del melograno.

La parte commestibile della melagrana sono i semini in essa contenuti, avvolti da una polpa rossa dolce, leggermente acidula e molto profumata.
Le proprietà del melograno sono rinomate sia per usi medici che per usi culinari. Il succo di melagrana, detto anche “Granatina”, è infatti un vero concentrato di Vitamina C, Vitamina B, Potassio e Polifenoli antiossidanti.

Questa è una marmellata che vale tanto oro quanto pesa, e lo sa bene la nostra specialista Elisa, che ha sgranato pazientemente 3 kg e mezzo di semini e li ha passati a mano per ottenere ben 2 litri e mezzo del preziosissimo succo di granata
 

 

Ingredienti

chicchi di melograno: 3,5 kg (equivalgono a 2,5 lt. di succo)
mele fuji: 5-6
limoni: 2 (succo + buccia)
zucchero: 1,2 kg.


La preparazione degli ingredienti è la parte più lunga e faticosa della ricetta. Prima dovete raccogliere tutti i semi di melagrana in una ciotola di vetro.
 

 
poi li passate con un passaverdura manuale e raccogliete tutto il succo in una pentola larga e dal fondo spesso
 

 
Cominciate a far cuocere il succo a fiamma media e nel frattempo preparate gli altri ingredienti.

Tagliate la parte gialla della buccia di 2 limoni, spremeteli e raccogliete il succo in una ciotola
Tagliate le mele, ben lavate, in 4 spicchi, togliete il torsolo e poi tagliatele ancora a pezzettini lasciando la buccia.

Mano a mano che tagliate le mele, aggiungetele al succo di melograno in cottura
 

 
aggiungete anche il succo e le bucce di limone e, per finire, lo zucchero.
 

 
cuocete a fiamma media, mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno.

dopo circa 1 ora e mezza di cottura, togliete la pentola dal fuoco, e passate la confettura con un frullatore ad immersione

Rimettete la pentola sul fuoco e concludete la cottura
 

 
Quando la marmellata ha raggiunto la giusta densità, cominciate a riempire i vasetti precedentemente sterilizzati.

La tecnica più veloce e pratica per sterilizzare è questa:
lavate i vasetti e asciugateli, poi metteteli in forno e portateli ad una temperatura di 150°. Lasciate i vasetti nel forno acceso fino a quando la marmellata non è pronta.

Prendete quindi un vasetto alla volta, con una presina, e cominciate a riempirli con la marmellata anch’essa bollente. Tappateli energicamente e riponeteli a raffreddare capovolti.
 

 
La vostra marmellata di granate è pronta. Volete stupire i vostri ospiti? servitela per accompagnare una fetta di gorgonzola, oppure come contorno in un bel piatto di formaggi misti.
 
marmellata_di_melograno_09
 

non hai mai preparato una marmellata o confettura? prima dai un’occhiata alla pagina marmellate e confetture fatte in casa, troverai informazioni e utili suggerimenti.

condividi