Castagnole

01_castagnole
 
Le castagnole sono un un dolce tipico del periodo di carnevale. Possiamo farle rientrare in quella miriade di varianti di pasta fritta lievitata, che appartengono all’universo “zeppola“. La nostra Elisa le ha preparate per RicetteDi.it nella versione classica (illustrata in questa foto ricetta), nella versione colorata delle castagnole rosse all’Alchermes, e nella versione light delle castagnole al forno

Partiamo dalle castagnole classiche (… le preferite da Chef Antony)

02_castagnole

Questi sono gli ingredienti:

farina: 200 gr.
uova: 2
zucchero: 3 cucchiai
vanillina: 1 bustina
liquore a piacere: 1 cucchiaio
olio di semi: 3 cucchiai
buccia di limone: 1
lievito per dolci: 1 cucchiaino colmo (equivalente a circa mezza bustina)
olio di semi per friggere
sale: 1 pizzico

preparazione


in una ciotola raccogliete le uova, la farina, lo zucchero, una bustina di vanillina ed una scorza di limone grattugiata
 
03_castagnole
aggiungete 1 cucchiaino di lievito per dolci (l’equivalente di mezza bustina)
 
04_castagnole
poi aggiungete 3 cucchiai di olio di semi ed 1 cucchiaio di liquore a piacere (Sassolino oppure Strega, Centerbe, Rum, ecc…)
 
05_castagnole
cominciate ad impastare per amalgamare tutti gli ingredienti
 
06_castagnole
con queste dosi dovrebbe venirvi un impasto molto morbido, umido ed appiccicoso come questo.
 
07_castagnole
Riponetelo a riposare una mezz’oretta. Nel frattempo preparate tutto l’occorrente per la frittura. Quando avete la padella con l’olio pronta e bella calda, riprendete l’impasto ed allungate dei salsicciotti lavorandolo con il palmo delle mani.
 
08_castagnole
con un coltello tagliate tanti piccoli cilindretti.
 
09_castagnole
Non preoccupatevi se sono di forma irregolare. Quando li tufferete nell’olio bollente, magicamente si trasformeranno in palline perfette
 
10_castagnole
La frittura dura pochi secondi. L’olio deve essere bollente, ma la fiamma dovete tenerla medio bassa. Giratele per dorare tutta la superficie in maniera uniforme.

11_castagnole
Sgocciolatele e trasferitele su un foglio di carta assorbente
 
12_castagnole
Finchè sono ancora calde passatele nello zucchero semolato.
 
13_castagnole
Attenzione perchè, se le fate raffreddare, lo zucchero non attacca più. Se invece preferite lo zucchero a velo, il procedimento è contrario: occorre farle raffreddare prima di rotolarle nello zucchero a velo.

ecco pronto un bel piatto di soffici e profumate castagnole classiche fritte
 
14_castagnole

Prova anche la ricetta delle Castagnole Rosse all’Alchermes

01_castagnole_rosse

Se invece non gradisci il fritto, la nostra Elisa ha sperimentato anche una particolare ricetta da cuocere al forno. Ecco le sue fantastiche castagnole al forno

castagnole_al_forno_01

condividi