Biscotti Kipferl

Sulla maggior parte dei blog di cucina, con questo termine si identificano dei buonissimi biscottini di origine austriaca, che si preparano nel periodo di Natale. Biscotti di pasta frolla alla vaniglia arricchiti con farina di mandorle, completamente ricoperti di zucchero a velo.

Qualche dubbio ci sorge spontaneo. L’ingrediente che li caratterizza, la farina di mandorle, non sembra proprio un classico ingrediente della tradizione culinaria austriaca. In realtà, infatti, sembra che il termine austriaco “Kipferl” sia la traduzione dell’italianissimo “Cornetto”, oppure del “Croissant” nella versione Francese. Inoltre la disputa è aperta su quale di queste tre specialità sia nata prima: il cornetto italiano, il croissant francese oppure il kipfler austriaco?

I kipferl nella tradizione austriaca, non sono quindi i biscotti natalizi che vi presentiamo in questa pagina. Sarebbero invece (… ma usiamo il condizionale) dei dolci tipo cornetti/croissant, e negli ingredienti base non vi è assolutamente traccia della farina di mandorle.
 
biscotti_kipferl_01
 
Comunque, messe da parte le disquisizioni sulle origini di questa ricetta, il punto sul quale siamo tutti d’accordo è: questi biscotti sono buonissimi! Così Elisa ha provato a farli per RicetteDi.it con questa ricetta. 250 gr. di farina, 100 gr. di farina di mandorle, 100 gr. di zucchero, 150 gr. di burro ed 1 uovo. Una pasta frolla burrosa e friabile, con un sapore deciso di pasta di mandorle. Aroma alla vaniglia ed abbondante zucchero a velo, sono le loro caratteristiche principali

Ingredienti
farina: 250 gr.
farina di mandorle: 100 gr.
burro: 150 gr.
zucchero: 100 gr.
uova: 1
vanillina: 1 bustina
per le decorazioni: zucchero a velo, cioccolato fondente, granella di mandorle e granella di nocciole


La preparazione del biscotto base è semplicissima. Mettete la farina di grano, la farina di mandorle, il burro, lo zucchero ed un uovo in una ciotola. Aggiungete anche l’aroma alla vaniglia (una bustina di vanillina oppure i semi di un baccello di vaniglia)
 

 
L’impasto mettetelo in frigo per 30 minuti, avvolto nella pellicola per alimenti. Dopo aver fatto riposare l’impasto, ricavate tanti cilindri sottili della lunghezza di 12-15 cm circa. Piegateli a ferro di cavallo e posizionateli su una teglia rivestita con carta forno
 

 
cuoceteli a 170° per 15 minuti. Non fateli dorare troppo, devono rimanere belli chiari e soffici
 

 
volete personalizzarli? Provate ad intingerli nel cioccolato fondente fuso a bagnomaria e poi passateli in una granella di mandorle oppure di nocciole
 

 
questi biscotti, nella versione classica, vanno serviti con zucchero a velo in abbondanza.
 
biscotti_kipferl_06

condividi