Tigelle integrali

tigelle_integrali
Vuoi dare un tocco originale alla tua tigellata in compagnia? Prova le tigelle integrali. Ancora più leggere e digeribili, con poca mollica e dalla crosta tenera e fragrante. Niente strutto, ma solo un cucchiaio di olio extra vergine di oliva. Impasto con acqua e latte in parti uguali. Doppia lievitazione.

Queste sono le dosi degli ingredienti:

farina 0: 0,5 kg
farina integrale: 0,5 kg
lievito: 1/2 cubetto
latte: 300 ml circa
acqua: 300 ml circa
sale: 1 cucchiaio
olio di oliva: 1 cucchiaio
 
per la cottura vi occorre una tigelliera come questa

 

Preparazione
La preparazione è del tutto simile a quella della tigella normale (guardate anche la ricetta delle tigelle fatte in casa).

Riassumendo in poche righe:
prima sciogliete mezzo cubetto di lievito di birra in una ciotolina con acqua o latte tiepido. Setacciate la farina con un cucchiaio di sale e cominciate ad impastare aggiungendo il lievito sciolto, poi un cucchiaio di olio, ed infine il composto di acqua e latte in parti uguali che avete precedentemente intiepidito.

Aggiungete latte e acqua poco alla volta in modo che l’impasto la assorba in modo graduale. Continuate ad impastare, fino ad ottenere una bella pasta liscia, morbida ed omogenea. Lasciatela lievitare avvolta in un canovaccio ed in un sacchetto di plastica.

La prima lievitazione deve durare almeno 2 ore. Questo dovrebbe essere il suo aspetto prima di stendere la sfoglia.
 

 
Tirate una sfoglia dello spessore compreso tra 0,5 ed 1 centimetro, e poi ritagliate i dischetti di impasto con un apposito stampino del diametro 8 cm.
 



 
Per la seconda lievitazione lasciate passare un’altra ora. Disponete i dischetti di impasto a lievitare su di un panno e copriteli con un canovaccio.
 

 
Prima di cominciare la cottura scaldate bene la tigelliera a fuoco vivo 15 minuti per lato. Poi accertatevi che sia pronta cuocendo una tigella di prova.

La cottura è molto rapida. Appena un paio di minuti per lato. Aprite di tanto in tanto per verificarne lo stato.

Sono pronte quando la crosta vi sembrerà dorata al punto giusto.
 

 
Servitele avvolte in un canovaccio per mantenerne il calore.
 

Le tigelle di questa foto-ricetta sono di Elisa (chef di punta dello staff di ricettedi.it, nonché cognata di Chef Antony)
 

guarda anche la foto-ricetta delle tigelle classiche in versione light. Senza strutto, con solo un cucchiaio di olio, e con doppia lievitazione. Una tigella davvero eccezionale, leggera e molto digeribile, con poca mollica e dalla crosta soffice e fragrante
tigelle

 

condividi