Treccia

dolce ripieno di marmellata e noci
 
ha deciso di rendere pubblica una ricetta custodita gelosamente per almeno due generazioni.
Questo è un dolce veramente speciale. Una particolare pasta frolla all’uovo lievitata, nella quale si racchiude uno strepitoso quanto semplice ripieno di marmellata di albicocche e noci.

La ricetta è stata “dettata” da Teresa (mamma di chef Antony) che si è prestata inoltre a rivelarne tutti i segreti in questi scatti rubati durante la stesura dell’impasto e l’intreccio della sfoglia per contenerne il ripieno.
 

ingredienti

uova: 6
farina 00: 500 gr.
burro: 100 gr.
margarina: 100 gr.
zucchero: 1 cucchiaio raso
lievito di birra: 1 cubetto
latte: mezzo bicchiere
sale: 1 pizzico
marmellata di albicocche: 500 gr.
gherigli di noce: 250 gr.
 

procedimento

Per impastare utilizzate un recipiente capiente in plastica tipo insalatiera. Mettete prima la farina con un pizzico di sale. Fate un piccolo cratere al centro e scioglieteci in mezzo il lievito di birra con mezzo bicchiere di latte tiepido.

Fate una pallina di impasto fino a raccogliere tutto il latte e lavoratela a parte qualche secondo per amalgamare bene il lievito.
Ora rimettete il panetto nella farina ed aggiungete 2 uova intere e 4 tuorli (le 4 chiare rimanenti tenetele da parte perché dovrete spennellarle per sigillare la treccia prima di infornarla). Aggiungete il burro e la margarina (precedentemente ammorbidite a temperatura ambiente), ed un cucchiaio raso di zucchero (avete letto bene: 1 solo cucchiaio di zucchero per 500 gr. di farina!)

Impastate bene tutti gli ingredienti. E’ un impasto abbastanza semplice. Non occorre lavorarlo molto. Fate un bel panetto e mettetelo a lievitare per tre ore coprendo il contenitore con un panno.

Dopo tre ore impastate nuovamente il panetto per qualche minuto e poi rimettetelo a lievitare per altre 3 ore. Se preferite, prima della seconda lievitazione, potete dividere l’impasto in due parti (le dosi sono per una treccia abbastanza grossa, ma potrebbe essere più comodo farne due più piccoline e più comode da maneggiare).

Trascorse le seconde tre ore di lievitazione siete pronti per stendere ed infornare la treccia.
Prendete la pagnotta lievitata e, senza lavorarla ulteriormente stendetela con il matterello, direttamente su un foglio di carta da forno, fino ad uno spessore di circa mezzo centimetro
 


 
Date una forma ovale alla sfoglia. Poi con una rotella tagliate delle strisce equidistanti lungo tutto il perimetro. Alle due estremità dell’ovale saltate due taglietti in modo da facilitare la chiusura della treccia.
 

 
Ora preparate il ripieno mescolando le noci e la marmellata di albicocche; poi versatela accuratamente al centro della sfoglia.
 





 
A questo punto dovete ripiegare accuratamente la sfoglia intorno al ripieno, procedendo come illustrato nelle foto.
Cominciate ripiegando verso l’interno i due lembi più larghi alle estremità dell’ovale. Poi procedete con le striscioline in maniera alternata fino a chiudere tutto il dolce come una treccia.
 




 
Ora trasferite la treccia, aiutandovi con la carta da forno, nella teglia che utilizzerete per la cottura in forno.
Con un pennello spalmate il bianco d’uovo su tutta la superficie della treccia ed in tutte le fessure. Questa operazione serve per sigillare la treccia e per renderla più lucida.
 

 
Siete pronti per infornare.
Cottura 30 minuti a 180°
Queste sono le foto prima e dopo la cottura:
 


 
Fate raffreddare e, come tocco finale, aggiungete lo zucchero a velo.
 

 
Questo dolce è eccezionale. Una fetta tira l’altra. In casa Chef Antony non supera le 12 ore di vita, anzi a volte non riusciamo neanche a farla raffreddare.
 

condividi