Gnocchi di Zucca

Un impasto di farina di semola di grano duro, polpa di zucca cotta al forno e patate lessate. Questi gnocchi sono ottimi, tengono benissimo la cottura e rimangono sempre sodi

Abbiamo provato a condirli con un classico burro, salvia e parmigiano, oppure con un sostanzioso ragù di carne. Da provare anche con un filo di aceto balsamico tradizionale di Modena.
 
gnocchi_di_zucca_01
Ingredienti

zucca: 800 gr. (polpa cotta al forno)
farina di semola di grano duro: 300 gr.
patate lessate: 400 gr.
uovo: 1
sale: una presa
noce moscata


Per prima cosa preparate la zucca. Tagliatela a spicchi e cuocetela in forno a 170° per 30 minuti circa. Dovrete ottenere una bella polpa soda e asciutta. Scavatela con un cucchiaio e passatela con uno schiacciapatate
 

 
Nella preparazione degli gnocchi bisogna prestare massima attenzione alla qualità degli ingredienti ed alle dosi. Pesate 800 gr. di polpa di zucca (che, come già detto, non deve essere acquosa, ma soda ed asciutta)
 

 
lessate le patate in acqua leggermente salate, poi pelatele e schiacciatele (anche la qualità delle patate è fondamentale. Non devono essere acquose). Disponete 300 gr. di farina sulla spianatoia ed aggiungete la zucca, le patate, una presa di sale, un pizzico di noce moscata ed un uovo piccolo (se avete solo uova grandi, sbattetelo e prendetene solo la metà)
 

 
lavorate tutti gli ingredienti fino a formare un bell’impasto sodo. Modellate tante strisce di 1 cm di spessore circa (per lavorare gli gnocchi dovete infarinare abbondantemente la spianatoia perché l’impasto è appiccicoso).

Tagliate gli gnocchi e modellateli con un leggero incavo utilizzando la punta delle dita.
 

 
mano a mano che li preparate, disponeteli su un vassoio ben infarinato
 
gnocchi di zucca
 
la cottura è la fase più delicata. Dovete procedere in questo modo:
portate l’acqua leggermente salata ad ebollizione e calate 6-7 gnocchi alla volta. Procedendo in questo modo, mantenete sempre vivo il bollore dell’acqua e avete il tempo per tirare subito fuori gli gnocchi che vengono a galla.
Dopo un paio di minuti, cominciano ad affiorare a galla i primi gnocchi (vuol dire che sono pronti!). Appena risalgono, raccoglieteli e scolateli subito in un piatto. Se li lasciate troppo a galla si sfaldano.
 

 
conditeli a piacere. Noi abbiamo provato con un sostanzioso ragù di carne, e con un semplice burro, salvia, parmigiano e qualche goccia di aceto balsamico tradizionale di Modena
 
gnocchi di zucca
 

condividi