Pane di semola di Grano duro


Questa è una pagnotta per veri intenditori. Lievitazione perfetta, cottura impeccabile con una crosta ben formata che non sbriciola ed una mollica soda ma per niente pesante. Farina di grano duro acqua, sale e niente olio. Lievito madre, rinforzato per l’occasione con un cucchiaino di miele di acacia.

 
pane di semola di grano duro
 
L’autore di queste pagnotte è Elisa

Ingredienti

farina di semola di grano duro: 1 kg.
lievito madre: 400 gr.
sale: 1 cucchiaio colmo
acqua: 650 ml.
miele di acacia: 1 cucchiaino

tutto quello che vi occorre è un normale forno da cucina. Certo, se aveste in casa un’impastatrice che lavora per voi, vi sarebbe di aiuto. Ma non è necessario. Queste pagnotte sono state impastate tutte a mano!

Fate il primo impasto e mettetelo a lievitare coperto con un canovaccio per 3-6 ore. La lievitazione dipende dalla stagione nella quale vi trovate e/o dal locale dove viene riposto l’impasto a lievitare. Se l’ambiente è caldo e umido, anche meno di 3 ore, ma in una giornata d’inverno a termosifoni accesi, vi occorrono fino a 6 ore di lievitazione.
 
pane di semola di grano duro
 
quando riprendete l’impasto, modellatelo nelle forme che più vi piacciono e poi rimettetelo a lievitare direttamente nella teglia rivestita di carta da forno, che utilizzerete in forno per la cottura.
Per questa ricetta abbiamo preparato due filoni per occupare tutta la lunghezza della teglia
 

 
appena prima di infornare, praticate un’incisione per il lungo con la punta di un coltello ben affilato. Elisa ha aggiunto anche una manciata di semi di sesamo per aromatizzare e dare un tocco estetico alla crosta.
 
pane di semola di grano duro
 
Per ottener una bella crosta, la cottura deve essere violenta per i primi 20-30 minuti.

Forno già caldo a 220°. Cominciate a cuocere e non aprite mai il forno. Dopo 20-30 minuti abbassate a 180° e proseguite per altri 20-30 minuti. Il tempo totale di cottura deve essere minimo 50 minuti.

Come potete vedere il risultato è perfetto!
 
pane di semola di grano duro
 

condividi