Ossobuco alle Verdure

Che taglio è l’ossobuco?

l’ossobuco è una parte dello stinco del vitello. Lo stinco viene tagliato a fette spesse 3 o 4 centimetri con la parte centrale caratterizzata dalla sezione dell’osso (lo stinco) ed il suo buco col midollo. La parte di carne è un misto di muscoli e nervature

La ricetta più famosa per cucinare l’ossobuco si chiama “ossobuco alla milanese”

la caratteristica principale dell’ossobuco alla milanese è un particolare trito che si usa per condire la carne a fine cottura. Questo trito, chiamato “Gremolata”, si fa con prezzemolo fresco, aglio e scorze di limone.

In questa pagina la nostra Elisa ha preso spunto dalla ricetta tipica milanese, interpretandola a modo suo.

Il risultato naturalmente è stato eccellente. Ossobuco alle verdure: una carne morbidissima, accompagnata da una salsina alle verdure molto saporita, e impreziosita con un profumatissimo trito di prezzemolo e scorze di limone (senza aglio)

Ingredienti:

  • 2 ossibuchi di vitello (circa 600 g)
  • 1 cipolla bianca
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 1 bicchiere di vino
  • 2-3 mestoli di brodo vegetale
  • prezzemolo fresco
  • scorza di limone
  • 50 g di farina
  • olio e burro
  • sale e pepe

 

Preparazione

In un tegame appassite una cipolla con una noce di burro ed un filo di olio di oliva

praticate delle piccole incisioni sui bordi della carne ed infarinate l’ossobuco in maniera omogenea

quando le cipolle cominciano a rosolare ed il tegame è bello caldo, alzate leggermente la fiamma e sistemate gli ossibuchi.

La prima parte della cottura deve essere violenta

rosolando la carne nella parte esterna, create una sorta di guscio che trattiene i liquidi mantenendo la carne più morbida all’interno. La funzione della farina è invece quella di raccogliere i liquidi di cottura della carne e di fissarli sulla parte esterna dell’ossobuco per insaporire la carne

Rosolate quindi gli ossibuchi da entrambi i lati a fiamma vivace per qualche minuto, poi sfumate con un bicchiere di vino bianco

quando tutto il vino è quasi evaporato aggiungete 2 0 3 mestoli di brodo vegetale e continuate la cottura a fiamma medio bassa per 20 minuti circa a coperchio chiuso

trascorsi i 20 minuti di cottura, aggiungete un trito di sedano e carote. Salate (se volete, aggiungete anche una macinata di pepe) e continuate la cottura sempre a coperchio chiuso per altri 40 minuti

a fine cottura, preparate la gremolata, ossia il trito di prezzemolo e scorza di limone ed aggiungetelo agli ossibuchi. Bisognerebbe aggiungere anche l’aglio, ma non tutti riescono a digerire facilmente l’aglio crudo, quindi Elisa evita di lasciare un brutto ricordo ai sui ospiti (… non c’è niente di peggio infatti del rigurgito a base di aglio nella fase post digestiva)

Dopo più di un’ora di cottura, finalmente avete davanti un ricco ed abbondante piatto di carne fumante.

Godetevi il vostro ossobuco alle verdure e buon appetito!!

condividi