Pasta sfoglia

Tra le paste di base, la pasta sfoglia è senz’altro la più difficile e la più lunga da preparare, ma

… se ben fatta, è anche la scelta migliore per realizzare gustosi tortini salati, rustici e sfiziosi antipasti.

L’impasto si presta ad essere conservato, già steso e arrotolato. La sfoglia potete trovarla infatti in qualsiasi supermercato e di diverse marche, confezionata e già pronta da srotolare.

Se scegliete di farla seguendo la ricetta che vi proponiamo, potete conservarla in frigorifero per 2-3 giorni. Potete anche congelarla, ma in questo caso deve essere fatta scongelare mettendola in frigo almeno 24 ore prima di utilizzarla.

Le dosi per 100 gr. di farina:

0,5 dl circa di acqua fredda
80 gr di Burro
un pizzico di sale

Preparazione:

Impastate la farina con un pizzico di sale e l’acqua fino ad ottenere un panetto omogeneo, praticate un taglio a croce, avvolgetelo nella pellicola trasparente e lasciatelo riposare in frigorifero per 15-20 minuti circa.

Trascorsi i 20 minuti togliete l’impasto dal frigo e cominciate la lavorazione: stendete il panetto sull’asse di legno fino ad ottenere una sfoglia sottile di circa 5 millimetri. Mettete al centro tutti i 100 gr. di burro tagliato a pezzettini, ripiegate la sfoglia su se stessa fino a racchiudere tutto il burro e formate un filoncino stretto e lungo.

Ristendete la sfoglia dello spessore di mezzo centimetro formando una striscia lunga. Ripiegate la sfoglia su se stessa in quattro strati, e ristendetela cambiando il verso, sempre dello spessore di mezzo centimetro. A questo punto ripiegate la sfoglia su se stessa, avvolgetela nella pellicola trasparente e rimettetela in frigo per altri 15-20 minuti circa.

Trascorsi il periodo di riposo ripetete la lavorazione allo stesso modo e riponete la sfoglia in frigo per altri 15 minuti.

Alla terza volta stendete la sfoglia un po’ più sottile rispetto alle precedenti, ripiegatela per l’ennesima volta su se stessa, prendete un foglio di carta da forno, cambiate ancora il verso e stendete la sfoglia definitiva direttamente sulla carta da forno leggermente infarinata, dandogli le dimensioni desiderate.

La pasta sfoglia è pronta per essere utilizzata. Sollevatela utilizzando la carta da forno e adagiatela nella teglia o nella tortiera.

Se non la utilizzate subito ripiegate la sfoglia ancora su se stessa, avvolgetela nella pellicola trasparente e riponetela in frigo. Come già detto può essere conservata anche per 2-3 giorni prima di utilizzarla.

Se non avete tanto tempo a disposizione, o se volete una pasta di base più facile da realizzare, potete optare per la “pasta brisée”, che da ugualmente buoni risultati ed è anche più leggera (per 100 gr. di farina si richiede la metà di burro, circa 50 gr.)

guarda la ricetta della pasta brisée

condividi