Polenta

Per secoli alla base dell’alimentazione lombarda e del nord Italia in genere. Per la vera polenta gialla lombarda solo tre ingredienti:

– farina
– acqua
– sale

Per l’esatezza occorre la farina gialla bramata e le dosi sono: per mezzo chilo di farina, 1 litro e mezzo d’acqua circa e sale quanto basta.

La Ricetta lombarda recita così: versate l’acqua in un paiolo di rame e salatela. Quando comincerà a bollire fate cadere la farina a pioggia poco alla volta mescolandola velocemente con un cucchiaio di legno.

La ricetta è tanto semplice negli ingredienti quanto difficile ad una prima realizzazione. Solo l’esperienza vi aiuterà a non far formare quei fastidiosi grumi che rovinano l’aspetto ed il sapore della polenta.

E’ indispensabile pertanto continuare a mescolare ininterrottamente la polenta per tutta la cottura, che deve durare non meno di 50 minuti.

Ricordatevi che se la polenta non è ben cotta risulta di difficile digeribilità e può causare quindi qualche piccolo disturbo (… e se poi la condite con lardo e pancetta oppure con lo stracotto d’asino …).

A cottura ultimata, capovolgetela tutta di un colpo su di un tagliere di legno e servitela bollente.

Per tagliarla a fette, la tradizione lombarda richiede un filo di cotone bianco. Questo perchè la polenta tende ad attaccarsi alla lama del coltello e la fetta non viene tagliata bene.

La polenta si accompagna benissimo con svariati sughi e pietanze. Provate ad esempio con i Finferli al sugo ed un buon bicchiere di Taurasi DOCG

condividi