Pizza Margherita

pizza margherita
Chi non ha mai provato a fare la pizza in casa? Ogni famiglia italiana ha la sua personale ricetta, con il suo ingrediente segreto e la sua particolare tecnica di lievitazione.In questa pagina vi presenta la ricetta della pizza margherita, selezionata dopo anni di esperienza ed in relazione al gusto personale della redazione.

Doppia lievitazione per un impasto soffice e leggero. Salsa al pomodoro ristretta ed insaporita sui fornelli con olio di oliva ed origano. Un misto di mozzarella e scamorza fresca per guarnire.

Le dosi sono per quattro teglie da forno da 38×28 cm.

Ingredienti:

farina 0: 1 kg (corrisponde a quattro teglie da forno)
lievito di birra: 1 cubetto (metà cubetto se utilizzate la lievitazione lenta – vedi ricetta del pane comune)
sale fino: 5 cucchiaini colmi
acqua tiepida: 0,6 lt. circa
pomodori pelati: 1 kg
mozzarella
scamorza fresca
olio extravergine d’oliva

 
Preparazione dell’impasto:

Procuratevi un contenitore molto capiente dove preparare l’impasto (noi utilizziamo una grossa insalatiera in plastica), versateci dentro la farina tipo “0” tenendone circa 100 gr. da parte. Mettete subito il sale (circa cinque cucchiaini da caffè) e ponete il cubetto di lievito intero sopra la farina al centro.

In un pentolino intiepidite circa mezzo litro d’acqua, tenendo presente che questo è l’ingrediente più importante insieme alla farina ed al lievito. Noi utilizziamo solitamente acqua minerale naturale in bottiglia, ma se avete la fortuna di avere una buona acqua del rubinetto, è preferibile usare questa.

Ora siete pronti per cominciare ad impastare: ungetevi leggermente le dita della mano, versate un po d’acqua al centro della farina e con le dita schiacciate il lievito di birra. Amalgamate la farina poco alla volta versando a piccole dosi l’acqua tiepida tanto quanto ne richiede l’impasto (se esagerate con l’acqua è sufficiente aggiungere più farina)

Quando tutta la farina è stata assorbita dall’impasto, versatevi nella mano libera un cucchiaio d’olio extravergine di oliva e continuate a lavorare. Ripetete l’operazione 3 volte fino e continuate ad impastare.

Quando l’impasto avrà raggiunto la giusta elasticità, è pronto per la lievitazione. Posizionatelo al centro dello stesso contenitore dove avete impastato, mettendo un po’ di farina sul fondo e sulla superficie, coprite il contenitore con una pellicola trasparente per alimenti e avvolgetelo in un grosso panno. Riponete l’impasto in un luogo caldo e riparato e lasciatelo lievitare per un’ora e mezza circa (oppure mettete in frigo e fate lievitare lentamente per almeno dieci ore)

La pasta raddoppierà il suo volume.
 

 
A questo punto prendetela con le mani e lavoratela ancora con un po’ di farina.
 

 
Dividetela in quattro parti e stendete ogni pagnottella col matterello fino a coprire tutta la forma della teglia. Prima di posizionarle ungete il fondo delle teglie oppure rivestitele di carta da forno.

Riponete le teglie a lievitare per almeno un’altra ora circa, nel frattempo potete preparare con calma gli ingredienti per la vostra pizza fatta in casa:

Preparate la salsa al pomodoro:
utilizzate due barattoli di pomodori pelati. Passateli con un frullatore ad immersione ed amalgamate un pizzico di sale, origano e olio extra vergine di oliva a piacere. Mettete la passata sul fuoco e fate andare per 15 o 20 minuti a fuoco medio alto ed a coperchio chiuso. Questo passaggio serve sia a restringere la salsa che ad insaporirla.
 

 
Preparate anche la mozzarella. Utilizzate un misto tra fior di latte e scamorza fresca. La scamorza è fondamentale nel raggiungimento del risultato finale. E’ più saporita e compensa la mozzarella perchè rilascia meno liquido in fase di cottura.

Trascorso il tempo di lievitazione scaldate il forno a 200° e infornate una teglia alla volta procedendo in questo modo:
distribuite il pomodoro delicatamente con un cucchiaio stando attenti a non sgonfiare l’impasto.
 


 
aggiungete la mozzarella, la scamorza, un filo d’olio e cuocete per 20 minuti circa.
 



 
La pizza è pronta, in tavola e buon appetito!
 

 

Provate anche queste due alternative. Il procedimento è del tutto simile, cambia solo la fase di farcitura della pasta dopo la seconda lievitazione:

pizza prosciutto cotto e salsiccia pizza pancetta stracchino e parmigiano

Pizza prosciutto cotto e salsiccia
la specialità di Nadia, pizzaiola ufficiale di ricettedi.it. Il segreto sta nella preparazione della salsiccia. Sbollentata a parte ed insaporita con la salsa al pomodoro

Pizza stracchino e pancetta
Una pizza soffice e fragrante con pancetta saporita al parmigiano ed un cuore morbido di stracchino e mozzarella