Marmellata di Albicocche

marmellata_di_albicocche_05
quanti modi ci sono per preparare la marmellata di albicocche? Alcuni suggeriscono di far macerare la frutta con zucchero e succo di limone per almeno 12 ore prima della cottura. Altri preferiscono preparare a parte uno sciroppo di acqua e zucchero, da aggiungere alle albicocche ad inizio cottura. Altri ancora suggeriscono di utilizzare albicocche ben mature

In realtà per preparare la marmellata non ci sono trucchi o ingredienti particolari. Tutto quello che vi serve è una buona pentola e frutta di qualità. Se volete ottenere un bel colore arancio brillante come quello della nostra marmellata di albicocche, le due regole base da seguire (che poi sono comuni a tutte le preparazioni di marmellata) sono queste:

1) non è vero che la frutta deve essere ben matura. La frutta deve essere matura, ma non troppo. Il frutto deve essere sodo e dal sapore leggermente acidulo. La componente che rende la polpa turgida e soda è la pectina naturalmente contenuta nella frutta. Più il frutto è maturo, più perde pectina, e più aumenta la componente zuccherina. Quindi con frutta molto matura avete meno pectina naturale disponibile e vi occorrerà un tempo più lungo di cottura. Allo stesso tempo, la maggiore componente zuccherina contenuta, con la cottura lunga, contribuirà a scurire la preparazione.
2) lo zucchero va aggiunto verso fine cottura. Il motivo è quello accennato sopra. Lo sciroppo di zucchero, cotto a lungo, diventa scuro e contribuisce a scurire tutta la preparazione. Anche le più belle albicocche arancio brillante che utilizzate, dopo un’ora di cottura con lo zucchero, si trasformeranno in una per niente invitante poltiglia marroncina.
 
marmellata_di_albicocche_01
 
Solo due ingredienti: albicocche e zucchero. Per questa marmellata la nostra Elisa ha selezionato le albicocche migliori, mature al punto giusto, sode e dal sapore non troppo dolce (anzi leggermente acidule). La cottura in una pentola larga e capiente dal fondo spesso, senza nessun’altro ingrediente aggiunto. Verso fine cottura ha aggiunto lo zucchero, ha passato la polpa con un frullatore ad immersione, e infine ha portato a termine la cottura per addensare la confettura

Ingredienti:
albicocche: 5 kg. di sola polpa
zucchero: da 1 a 1,5 kg.

Prima di cominciare a preparare questa marmellata, datevi una letta alla nostra guida sulle marmellate fatte in casa.

La preparazione possiamo dividerla in queste 4 fasi:
– selezionate la frutta, pulitela, lavatela e tagliatela pezzi
– cuocete la polpa per un’ora circa a fiamma dolce
– aggiungete lo zucchero e passate la frutta con un frullatore ad immersione
– terminate la cottura per addensarla, e poi riempite i vasetti sterilizzati

Per prima cosa preparate la frutta. Selezionate le albicocche migliori, non devono essere molli o passate di maturazione (anzi vi consigliamo di aggiungerne anche qualcuna non ancora matura)
Mettete i pezzi di albicocca in una pentola capiente, molto larga e dal fondo spesso, e cominciate la cottura a fiamma dolce.
 

 
Dopo un’ora circa di cottura, la polpa si è ammorbidita ed ha prodotto un sughetto denso, dolce e molto profumato. Aggiungete lo zucchero nella quantità suggerita (compresa tra 1 ed 1,5 kg.), continuate la cottura per una decina di minuti e poi, dopo aver allontanato la pentola dai fornelli, passate la polpa con un frullatore ad immersione.

Aspettate cinque minuti (i liquidi in eccesso continueranno ad evaporare), poi rimettete la pentola sul fuoco e terminate la cottura fino a quando la marmellata non avrà raggiunto la consistenza desiderata
 

 
Riempite i vasetti sterilizzati, con la marmellata ancora bollente. Tappateli per bene e poi fateli raffreddare capovolti, a temperatura ambiente.

Una marmellata perfetta! Dal sapore dolce, fruttato, leggermente acidulo. Un colore arancio brillante totalmente naturale, senza nessun additivo aggiunto.
 

 
Per sterilizzare i vasetti potete seguire due procedimenti
con il metodo classico, fate bollire i vasetti vuoti ed i relativi coperchi per 5 minuti. Riempiteli dopo averli fatti asciugare alla perfezione, tappateli e poi (se volete e per maggiore sicurezza) rifateli bollire pieni a testa in giù per 10 minuti.
con il metodo pratico, fate bollire i vasetti per qualche minuto, fateli asciugare e poi metteteli in forno ad una temperatura di 150°. Teneteli nel forno acceso fino a quando cominciate a riempirli con la marmellata bollente (naturalmente maneggiateli dalla parte esterna aiutandovi con una presina)

condividi